54 Scuse che utilizzi per NON Scrivere, Pubblicare e Promuovere il tuo libro

La lettura, come la scrittura, è tra le attività più importanti della mia vita. La lettura in particolare è il fondamento di ogni pensiero, atteggiamento, scelta, azione e sentimento.

Ed è proprio in uno degli ultimi libri che ho letto che mi sono imbattuto in qualcosa di straordinario e che voglio condividere con te, svelandoti solo alla fine del post di quale libro si tratta.

Nella vita ci capita spesso di dividere le persone che conosciamo tra quelle che hanno successo e a cui sembra che vada sempre tutto bene (soldi, relazioni, salute etc) e tutte le altre. 

Questo capita anche nell’editoria ogni volta che pensiamo a Stephen King, J.K. Rowling, Dan Brawn, per esempio, le immaginiamo come persone dotate di un talento incredibile e che tutto ciò che fanno funziona e gli assicura un successo incredibile e duraturo.

Raramente però ci soffermiamo sul motivo del loro successo

Quello su cui poniamo la nostra attenzione è sempre l’effetto (il successo) ma mai sulle cause (reali). 

Tra le cause del successo le persone di solito annoverano la fortuna, il talento, le amicizie. Insomma, situazioni, eventi o persone che sono sempre esterne a chi ha avuto successo. 

Non capita mai di fermarci a pensare se il successo possa essere semplicemente il frutto di azioni specifiche, intenzionali e prolungate che le persone possono aver compiuto.

Il motivo di questo bias cognitivo è piuttosto semplice: crediamo che il successo sia qualcosa di riservato a pochi “fortunati” e mai frutto del duro lavoro o della pianificazione. 

Questo ci porta poi a utilizzare una lista lunghissima di “scuse” per giustificare il motivo per cui noi non abbiamo avuto ancora successo o non lo avremo mai. 

Utilizzare le scuse è il tipico atteggiamento di chi crede che il successo non si possa costruire, ma che debba essere il frutto di un dono delle circostanze o del fato.

Tutto questo capita anche a te come scrittore o scrittrice. 

Sono sicuro che avrai anche tu l’elenco delle motivazioni “oggettive” per cui non hai ancora avuto successo con i tuoi libri e lo hai ripetuto a te stesso così tante volte (mentalmente e verbalmente) che ormai è diventato una verità oggettiva e ci credi davvero.

Oggi voglio darti l’opportunità di vedere in faccia questo lato oscuro, con tutte quelle paure che non hai mai avuto il coraggio di affrontare.

Inizierò nel dirti una cosa che non ti piacerà, ma da cui devi partire assolutamente: se non hai ancora avuto successo la responsabilità è solo tua, di nessun altro. 

So che può sembrarti un’affermazione dura ma è la verità e sentirselo dire non fa piacere. Se sono così severo con te è perché lo sono anch’io con me stesso.

Ogni giorno cerco di assumermi il 100% delle responsabilità di tutto ciò che accade nella mia vita e ti assicuro che è un impegno duro che richiede disciplina mentale e coraggio.

Assumersi il 100% di responsabilità per tutto ciò che ti accade però cambia radicalmente la tua vita. Smetti di lamentarti, smetti di accusare gli altri o le circostanze e soprattutto assumi un controllo altrimenti impossibile. 

Capisci in questo modo che ogni singola parola, ogni singolo gesto, ogni singolo pensiero o azione determinerà ciò che ti accadrà. Anche quando affronti qualcosa che non puoi controllare puoi sempre gestire il tuo modo di reagire.

Ti dico questo, perché è tutto ciò vale anche per uno scrittore e soprattutto per un self publisher. 

Immagina cosa potrebbe succedere alla tua attività di scrittore e di scrittrice se per un attimo smettessi di accusare il mercato, l’Italia, i lettori, le librerie, gli editori, gli amici, la scuola, i genitori, chiunque per non aver scritto il libro che vuoi, per non aver venduto 1000 copie, etc. 

Immagino come ti senti adesso, perché ci sono passato. Dura vero? Eppure lo sai che ho ragione, ma non abbiamo il coraggio di prenderci la responsabilità della nostra vita ed è più comodo lamentarci, scaricare e accusare.

Ho scritto questo post per scuotere molte delle tue convinzioni, farti vedere come tutte le scuse che utilizzi per giustificare la tua attuale situazione come scrittore o scrittrice sono appunto scuse, ma devi solo avere il coraggio di ammetterlo a te stesso, di assumerti la piena responsabilità della tua vita.

Ora prova a pensare a che punto sei rispetto alla vita che vorresti e sogni ogni giorno, oppure a che punto sei come scrittore o scrittrice rispetto allo scrittore o della scrittrice che desideri diventare e poi leggi l’elenco successivo delle 54 scuse che ho tratto da un libro incredibile completando questa frase:

Sarei già uno scrittore/scrittrice di successo se…” oppure “Sarei già ricco, famoso se…“. 

Vedrai che l’effetto che farà dentro di te.

  1. Se non avessi una moglie e una famiglia;
  2. Se avessi abbastanza credito;
  3. Se avessi dei soldi;
  4. Se avessi studiato;
  5. Se riuscissi a trovare un lavoro;
  6. Se avessi la salute;
  7. Se avessi tempo;
  8. Se i tempi fossero più favorevoli;
  9. Se gli altri mi capissero;
  10. Se mi trovassi in un’altra situazione;
  11. Se potessi rinascere;
  12. Se non avessi paura di quello che dicono gli altri;
  13. Se mi avessero dato una possibilità;
  14. Se avessi una possibilità;
  15. Se gli altri non ce l’avessero con me;
  16. Se non avessi intoppi;
  17. Se fossi più giovane;
  18. Se potessi fare come voglio;
  19. Se fossi nato ricco;
  20. Se potessi incontrare “le persone giuste”;
  21. Se avessi il talento che altri hanno;
  22. Se avessi il coraggio di farmi valere;
  23. Se avessi sfruttato certe occasioni;
  24. Se la gente non mi desse sui nervi;
  25. Se non dovessi badare alla casa e curare i bambini;
  26. Se riuscissi a risparmiare qualcosa;
  27. Se il capo mi apprezzasse;
  28. Se avessi qualcuno a darmi una mano;
  29. Se la mia famiglia mi capisse;
  30. Se vivessi in una grande città;
  31. Se potessi ricominciare daccapo;
  32. Se solo fossi libero;
  33. Se avessi la personalità di qualcuno;
  34. Se non fossi così lontano;
  35. Se si conoscessero le mie vere capacità;
  36. Se potessi concedermi una “pausa”;
  37. Se non fossi indebitato;
  38. Se non avessi fallito;
  39. Se sapessi come fare;
  40. Se non avessi tutti contro;
  41. Se non avessi tutte queste preoccupazioni;
  42. Se potessi sposare la persona giusta;
  43. Se la gente non fosse così idiota;
  44. Se i miei familiari non fossero così spendaccioni;
  45. Se fossi sicuro di me stesso;
  46. Se non fossi così sfortunato;
  47. Se non fossi nato sotto una cattiva stella;
  48. Se non fosse vero che “accadrà quello che deve accadere”;
  49. Se non dovessi lavorare così tanto;
  50. Se non avessi perso i miei soldi;
  51. Se vivessi in un altro quartiere;
  52. Se non avessi un “passato”;
  53. Se avessi una mia attività;
  54. Se gli altri mi ascoltassero;

È stata dura vero? Come ti senti? 

Immagino che non sia stato facile come non lo è stato per me, ma sono sicuro che ti sarai riconosciuto in almeno una decina di queste scuse, ne sono certo. 

Se è stato così allora benvenuto tra noi comuni mortali, tra coloro che non si assumono la responsabilità della propria vita e non sono disposti a pagare il prezzo necessario per ottenere il successo che desiderano.

E ora? 

Dopo aver letto questo articolo sai che se desideri ottenere il successo con la scrittura, pubblicazione e promozione del tuo libro o in qualsiasi altro aspetto della tua vita, il primo passo da compiere è assumerti il 100% della responsabilità di tutto ciò che ti accade, smettere di lamentarti e usare scuse. 

Quando ho letto per la prima volta questo elenco mi sono assunto l’impegno solenne di non usare più o non pensare nemmeno nessuna di queste scuse per giustificare una mancanza nella mia vita, mi sono ripromesso che mi sarei assunto l’impegno dei miei sogni e ne avrai pagato il prezzo necessario per averli. Potresti fare lo stesso a partire da adesso. Ti assicuro che la tua vita cambierà.

Come self publisher questa responsabilità è ancora più grande, sei tu l’editore di te stesso, sei tu il “padrone del tuo destino e il capitano della tua anima”.

Prima di salutarti voglio lasciarti il nome del libro in cui ho trovato questo elenco incredibile. 

È un libro meraviglioso che dovrebbe essere letto da chiunque almeno una  volta nella vita.

Si tratta, a parer mio, del miglior libro mai scritto sul miglioramento personale ed è “Pensa e arricchisci te stesso” di Napoleon Hill

N. Hill scrisse questo libro nel 1937 dopo ave intervistato oltre 500 uomini di successo dell’epoca racchiudendo in questo testo i principi assoluti e senza tempo per avere successo. 

Ti consiglio di cuore di acquistarlo subito e leggerlo con mente aperta, perché porterà dei cambiamenti incredibili nella tua vita.

Se desideri stamparti l’elenco delle scuse ti ho preparato un pdf che puoi scaricare cliccando nel pulsante in basso.

Sono sicuro che da oggi sarai uno scrittore o una scrittrice migliore, perchè da oggi hai il controllo e la responsabilità di ogni aspetto del tuo libro e della tua vita.

Ho sempre fiducia in te, perché hai un talento incredibile da sviluppare con il quale rendere il mondo un posto migliore. Tiralo fuori, senza paura.

W il selfpublishng!


Potrebbe interessarti anche:

Focalizzati, Focalizzati, Focalizzati

Perché hai il Blocco dello Scrittore?

Community ufficiale di Youcanprint

Fai già parte della nostra Community su Facebook?

Il luogo dove ogni giorno postiamo nuovi contenuti gratuiti per Scrivere, Pubblicare e Promuovere il tuo Libro.
Dove Autori condividono le loro idee e si confrontano ogni giorno.
Ci sono già centinaia di Autori che ti stanno aspettando!

Unisciti alla Community

16 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.