5 motivi per cui un autore di saggistica dovrebbe scegliere il self-publishing

saggistica-autopubblicazione-selfpublishing-testi-tecniciQuello dell’auto-pubblicazione è uno strumento che gli autori di non-fiction (saggi, guide, manuali) non dovrebbe sottovalutare. Ecco spiegato, in 5 brevi punti, il perché:

1) I tempi di pubblicazione. Con il self-publishing l’autore ha il pieno controllo sulle tempistiche di rilascio del libro e può pianificare il momento ideale per la promozione. Legare la pubblicazione di un libro non-fiction ad un evento in calendario, ad esempio, può rivelarsi una scelta strategica importante e può avere un impatto sulla commerciabilità. Pensa al successo degli “instant book” legati ai temi di attualità, ma la stessa strategia potrebbe essere usata con libri a tematica storica, da mettere in relazione a ricorrenze o anniversari importanti.

2) Aggiornamenti e revisioni. Distribuire libri con informazioni obsolete può danneggiare la reputazione dell’autore. Quelli di non-fiction, quindi, dovrebbero beneficiare ancora di più della possibilità offerta dalle piattaforme di self-publishing di poter accedere in qualsiasi momento alle opere pubblicate per rivederne i contenuti e aggiornarle con un solo click. Al contrario i libri pubblicati tradizionalmente non possono essere modificati fino a quando un determinato numero di vendite richiede una nuova edizione.

3) Reputazione. Per uno scrittore, blogger o giornalista che si ritiene competente in una determinato campo, auto-pubblicare un libro può significare accrescere la propria reputazione e, soprattutto, la propria audience. I libri di nicchia, oltre a vendere costantemente e bene, possono rappresentare una risorsa rinnovabile, perché offrono tutte le credenziali per accedere come specialisti ad incontri, dibattiti e tavole rotonde: ogni TV e radio vuole mostrare il proprio “esperto” in materia.

4) Prezzi. Per i motivi di cui sopra i libri di saggistica si possono vendere ad un prezzo superiore a quello della narrativa e generalmente vendono anche meglio. Stabilire un prezzo intorno a 4,99 €, significherà comunque vendere con un forte sconto rispetto al cartaceo, ma ancora superiore a molti libri di genere distribuiti a 0,99 €. Resta comunque la possibilità di poter modificare di volta in volta il prezzo di vendita a seconda della propria strategia.

5) Controllo. In conclusione, tutto può riassumersi in quest’unico concetto: avere il controllo sulla propria opera. L’autore di non-fiction che conosce ciò che piace al suo pubblico ha la capacità di scegliere la copertina giusta, i tempi di rilascio e i prezzi per riuscire a guadagnare con un libro, non soltanto dal punto di vista economico, ma sopratutto della reputazione e della visibilità.

Tu che ne pensi?

Commenta tramite Facebook
Diventa uno scrittore di successo

Iscriviti per ricevere gratis un contenuto a settimana per migliorare la tua scrittura e la promozione del tuo libro.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.