Guide Pratiche Selfpublishing

Vuoi diventare uno scrittore? 11 cose che devi assolutamente sapere

diventare-scrittoreSe sei qui e leggi questo blog vuol dire che hai già auto-pubblicato il tuo libro o hai in mente di pubblicarlo. Il lavoro che svolgi e che ti permette di pagare le spese è probabilmente di altro genere, ma conservi dentro di te il desiderio di diventare uno scrittore, di vivere di scrittura.

Sono certa di non sbagliarmi e per questo voglio condividere con te alcuni consigli che potrebbero tornarti utili, nel caso decidessi di trasformare il tuo sogno in realtà.

Arrivano dal sito di Luc Reid, un personal coach, una sorta di motivatore, che nel frattempo è diventato anche un noto scrittore, il che vuol dire che i suoi suggerimenti non sono da sottovalutare.

Le 11 cose più importanti che posso dire ad un aspirante scrittore

Riuscire a vivere della propria scrittura è un percorso lungo, un po’ come diventare attore o pittore, se ci provi è perché ami scrivere, non importa cosa. Ma se non ami davvero la scrittura, allora, risparmiati l’angoscia e punta ad un campo che ti permetta di pagare l’affitto.

Una buona formazione scolastica è importante per saper scrivere bene, ma anche affrontare i problemi, facendo esperienza del mondo reale, è una base solida da cui partire per scrivere qualcosa in cui i lettori possano rispecchiarsi.

Scrivi solo di ciò che ti affascina e ti appassiona. Non sprecare fatica cercando di scrivere qualcosa solo perché sembra più rispettabile, più redditizia o più popolare. Scrivere di ciò che ami ti aiuterà a rimanere ispirato, ad andare avanti attraverso le difficoltà e distinguerti sia nel lavoro che nella promozione.

Di sicuro punti a scrivere romanzi, sceneggiature, insomma opere di ampio respiro, ma se sei alle prime armi considera la possibilità di pubblicare lavori brevi per affinare il mestiere e guadagnare credibilità.

Non arrabbiarti per le critiche. Cerca di imparare da queste che il tuo lavoro non è la tua stessa identità e che non puoi scrivere nulla che piaccia proprio a tutti. Inoltre, impara a distinguere tra il “non mi piace ora, ma se facessi alcuni miglioramenti” e il “non mi piace perché non sono il pubblico giusto per il tuo lavoro.”

Diventare uno scrittore migliore deriva dalla pratica. Scrivi molto e cerca di convincere la gente a leggerti, unisciti a gruppi di lettura, blog letterari o qualsiasi altro medi da cui puoi ottenere informazioni su cosa le persone pensano del tuo lavoro.

Leggi un sacco di libri sulla scrittura, ma cerca altrove i consigli che ti servono per migliorare. Molti scrittori di grande successo sembrano credere che il loro modo di scrivere, di pianificare e strutturare la loro carriera sia l’unico che funzioni, e questo raramente è vero. Promuovono il loro modo di fare le cose perché è anche l’unico che hanno sperimentato. Parlare con più autori (e leggere più autori) ti chiarirà che non c’è un solo modo per avere successo.

Il mondo dell’editoria è nel bel mezzo di un enorme sconvolgimento e il modo per costruire una carriera da scrittore è cambiato, alcune porte si sono chiuse, altre di stanno aprendo. Il self-publishing e gli ebook sono ormai una parte essenziale di tale processo. Presta attenzione ai cambiamenti nell’editoria, ma non lasciare che ti abbattano. Le persone saranno sempre disposte a pagare per delle buone storie, quindi ci sarà sempre la possibilità di una qualche carriera nella scrittura, basta non rimanere troppo attaccati all’immagine preconcetta di come dovrebbe essere un vero scrittore.

La cosa più importante è la scrittura: deve essere professionale, forte, capace di coinvolgere. Se ti sforzi sempre per rendere migliore la tua scrittura, allora di sicuro stai investendo nel modo giusto sulla tua carriera. A patto che…

Apprendi come presentare te stesso e il tuo lavoro con professionalità, come riassumere in modo efficace i tuoi progetti di scrittura e come connetterti con persone nuove – siano lettori, editor, agenti, produttori – che sai potrebbero amare i tuoi libri.

Difendi la tua integrità: è estremamente importante e molto difficile da recuperare in caso di smarrimento. Mentire sulla tua storia editoriale, maltrattare i colleghi, o i lettori che avanzano una critica, ti costerà nel tempo molto più dei benefici ottenuti nel breve termine.

You may also like
Arriva il nuovo Help Center di Youcanprint: la tua bussola nel selfpublishing!
Youcanprint sbarca con gli ebook in Spagna, Germania, Austria, Svizzera.
15 Comments
  • Ralph
    Set 29,2016 at 12:40

    Io non so scrivere perfettamente, me ne rendo conto, però ho una fantasia innata. Ricordo che alle medie le prof mi faceva leggere i miei racconti davanti alla classe, non tanto perché scritti bene, ma perché destavano grande curiosità, erano sempre molto particolari, sia quando raccontavo di vicende personali, sia quando erano opera di fantasia. Ma non ho mai scritto nulla tranne piccole cose andate perse, mi piacerebbe farlo ma non so da dove iniziare. Non saprei a chi farle leggere, come fare per pubblicizzarsi.

  • Vanessa
    Lug 8,2016 at 07:42

    Salve. Io ho letto tanto,ho scritto tanto, ho lasciato perdere tanto. Perché quando inizio a scrivere qualcosa mi accorgo che poi mi mancano degli elementi: i luoghi,i nomi dei personaggi, i mestieri…. poter descrivere un mestiere che tra l’altro non conosco…. non posso omettere queste descrizioni!

  • Anna
    Mag 25,2015 at 10:19

    Sin da piccola ho sempre avuto una passione per i Libri, li guardavo ammirata e crescendo mi sono fatta avvolgere dalla magia che lascia un buon romanzo. Crescendo ho maturato l’idea di scrivere ma purtroppo la fantasia che si ha da piccoli in alcuni casi scompare e la preparazione grammaticale non è delle migliori. Io desidero scrivere ma non ci riesco, e come se avessi un blocco, un muro spesso e altro da non poter distruggere. Ma io sono una sognatrice e come tale questo desiderio non mi abbandona mai. Come potrei superare questa cosa ?

    • boresrl
      Mag 28,2015 at 12:01

      Ciao Anna, non devi aver paura di buttarti. Inizia a scrivere ciò che senti, ciò che vuoi raccontare e col tempo imparerai a migliorare ciò che hai scritto e potrai arrivare alla pubblicazione. Non c’è età per diventare scrittori. In bocca al lupo!

  • Ruxandra
    Apr 23,2015 at 22:23

    Ciao io ho amato da sempre la letteratura , sono una mamma giovane che lavora a tempo pieno , e da qualche mese ho inizziato a scrivere un romanzo , ogni sera anche se stanca prima di dormire scrivo qualche riga ed mentre lavoro non faccio altro che pensare a cosa scrivere la sera, purtroppo ho un bell problema con la grammatica , ho studiato in Romania perciò non saprei comee fare per adesso vado avanti con la mia storia di cui sono innamorata persa , e nell frattempo imparo la grammatica italiana anche se e difficile fare tutto cio. Grazie mille per il consiglio aprezzo molto magari grazie ad esso il mik sogno diventerà realta cioè avere tra le mani un mio libro

    • boresrl
      Mag 28,2015 at 12:02

      Ciao Ruxandra grazie a te per aver condiviso il tuo pensiero.

  • Alexandra
    Gen 9,2015 at 15:37

    Complimenti per le parole incoraggianti; a volte mi sento come se appartenessi a una specie minacciata: difatti, sono una Laureata in Filosofia con tesi su Lovecraft e scrivo fantasy, horror e SF; qualcosina di mio su delle Web – fanzine è apparso e ho tradotto anche qualche libro di cinema dal francese e dall’inglese per un amico regista, ma c’è comunque la stessa paura di Buzzati (ben resa ne Il Deserto dei Tartari) di non farcela o comunque di vedere che il disprezzo generale per la cultura umanistica rischia di contagiare l’editoria (se il best-seller è creato a tavolino e basta una faccia nota…oppure la faccia di tolla). Invece, una laurea è un buon aiuto (come una scuola d’arte per un aspirante pittore). La chiudo qui. Facendo tesoro di quanto ho letto qui.

  • jami
    Ott 7,2014 at 03:24

    Non so, sono molto indecisa, ma c’è una cosa che adoro fare creare personaggi, trame, e storie di ogni tipo Horror, romantico ecc. Prima di dormire penso a personaggi coinvolti in vari eventi.La mia unica pecca sono gli errori di grammatica vari=_=la scuola non me la posso permettere! Quindi da autodidatta cosa mi consigliate??

    • boresrl
      Ott 7,2014 at 06:05

      Ciao Jami, non preoccuparti degli errori. Scrivi ciò che senti di getto, per ottenere un testo privo di errori o adatto alla vendita potrai usufruire dei nostri servizi di Editing, grazie ai quali degli editor professionisti leggeranno la tua opera e la miglioreranno rendendola priva di errori e adatta alla vendita.

  • Rossella, Flavia Marino
    Set 8,2014 at 01:34

    Salve a tutti.
    adoro scrivere, soprattutto pensieri e poesie , ma le mie poesie piu lunghe non lo ho mai messe, ho vinto concorsi, ma non ho potuto pubblicare nulla di mio perchè fin che non ho i diritti credo che tutti possano prenderli o copiarli. so per certo che tu tutti possano dare un colore scrivendo, così chi sa farlo attraverso la musica o semplicemente una melodia.. o ancora attraverso un disegno uno schizzo o un dipinto . Spero visiterete il mio gruppo su fb. (
    https://www.facebook.com/groups/174227039259804/?fref=ts) non credo di essere un artista, però mi piace lasciare un piccolo segno della mia anima..

  • alessia
    Dic 1,2013 at 01:53

    Io ho scritto un sacco di poesie…e ho avuto molti commenti positivi…x un pò le ho anche pubblicate nel giornale del mio paese…ma sono terrorizzata all’idea di far vedere i miei racconti….so di fare tanti errori e ho paura che alla gente non piaccia il mio modo di scrivere…non lo sopporterei perchè x me scrivere è come respirare..

  • Nov 30,2013 at 19:57

    I consigli sono sempre preziosi. Da ragazzo non avevo voglia di studiare, preferendo andare subito a lavorare, dopo 40 anni mi godo la pensione, … e scrivo. Nella vita ho sempre letto di tutto per una spiccata curiosità, ho seguito migliaia di documentari, perché in ogni parte del mondo ci sono cose interessanti da conoscere. Dopo aver scritto il mio 1° racconto, sono rimasto un anno fermo, ogni casa editrice interpellata mi chiedeva cifre esorbitanti per la pubblicazione. Trovando Youcanprint mi sono risollevato, ed ora sto pubblicando il 31° libro tra poesie e racconti di vario genere. Come dice mia moglie, non devo considerarmi un scrittore, ma uno a cui piace scrivere. Per fortuna la fantasia non mi manca e non passa giorno che non scriva un capitolo o una poesia. Mi rendo conto che man mano che scrivo faccio continui progressi, sia nel lessico che nell’impostazione generale. Le correzioni le faccio in famiglia con mia moglie, che legge e rilegge con pazienza ogni cosa che scrivo. Purtroppo qualche errore può sempre sfuggire, ma essendo un dilettante, credo mi sia permesso. Conosco persone che si stupiscono per come riesco a scrivere sempre cose nuove e così di getto, ma è una cosa semplicissima: basta provare! Saluti a tutti e buone feste.

  • Nov 30,2013 at 18:21

    Grazie a te per il commento positivo.
    Ti auguro in bocca al lupo per il tuo lavoro di scrittore, perché sei sicuramente sulla strada giusta.

  • Francesco Ecca
    Nov 30,2013 at 17:28

    Il tuo consiglio è di mio gradimento. Per me scrivere è come mangiare. amo mangiare le cose buone ma semplici. La mia nuvola nera è il non aver potuto studiare a scuola perché il lavoro per vivere non me ne ha dato l’opportunità. però ho scoperto che anche da autodidatta si può fare molto. Io ho fatto tutto. Oggi non mi classifico uno scrittore dei migliori ma mi ci applico con caparbia volontà. Quando faccio un libro mi ci vuole molto tempo perché sono scrupoloso, perciò rileggo ciò che scrivo instancabilmente fino a quando non trovo che sia scorrevole e non annoi le persone che lo leggeranno. per fare questo non mi stanco mai di leggere. Non per imitare nessuno ma per correggere me stesso se sbaglio.
    Ti ringrazio per il tuo articolo perché mi è stato molto utile, e non temo le critiche, secondo me sono un’arma in più per cercare di perfezionarsi. Grazie dei tuoi suggerimenti. Ciaooooooooooo

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage