Selfpublishing su Facebook? A che ora pubblicare i propri post?

Written by robertotartaglia. Posted in Guide Pratiche, Selfpublishing

Ecco, in questo post voglio affrontare uno degli argomenti più discussi del Web, tra professionisti dei social media e blogger.

Ti ho spesso detto che bloggare e farsi conoscere sui social media è di fondamentale importanza per crearsi una reputazione e diventare noti, giusto? Ma, a questo punto, sarebbe il caso di sapere: a che ora pubblicare?

Il Web è pieno di indagini, infografiche, statistiche e altri dati sull’argomento. C’è chi dice che bisogna pubblicare di mattina, chi di pomeriggio, chi di sera perché c’è meno traffico. C’è poi chi dice che bisogna pubblicare quanti più post possibili per salire nelle home dei social.

Come sempre, almeno sulla base della mia esperienza, la verità sta nel mezzo. Anche in questo caso.

È corretto pensare di pubblicare quando c’è meno traffico, o di notte, così il post (almeno su Facebook) viene trovato dai tuoi amici sulla propria home appena entrati nel social. È vero anche che ci sono fasce di orario predilette da pubblici diversi (per gli adolescenti, nel primo pomeriggio, per i lavoratori, dopo le 21:00 e così via).

Ma è anche vero che non si può stare sempre lì a pubblicare news. Cosa fare, allora?

Come sempre, sconsiglio l’utilizzo di programmi che automatizzano le pubblicazioni sui social. Molte persone, negli anni, hanno cominciato a utilizzare questi strumenti per la cosiddetta “corsa al fan”. Il problema è che, così facendo, si spersonalizza tutto.

Ci lamentiamo che le aziende “old style” sono impersonali, senza volto, incontattabili e cose del genere e poi che facciamo? Mandiamo il buongiorno ai nostri fan, o l’ultima news, tramite un programma che automatizza il processo?

Quindi le soluzioni sono 2:

  1. Fai uno studio approfondito dei tuoi lettori, ragioni un attimo sull’orario in cui potrebbero essere online e ti impegni per far sì d’essere pronto/a a pubblicare in quella fascia oraria specifica.
  2. Fai in modo che i tuoi lettori/fan arrivino ad avere talmente tanta voglia di leggerti, da venirti a cercare (sui social o sul tuo blog) nel loro primo momento disponibile.

Sì, hai capito bene. Ti sto proprio dicendo di aggirare il problema. Wè, insomma, noi siamo professionisti e amanti della penna, non possiamo mica dedicare tutto il nostro tempo dietro a queste sottigliezze da social media manager, no?

Il nostro è un altro lavoro, ha altre priorità, richiede altri tempi. Dobbiamo ottimizzare il lavoro, dunque, e andare dritto al sodo per trovare la soluzione migliore.

La mia esperienza personale mi insegna che la soluzione migliore è proprio questa: scrivere articoli e racconti di qualità da pubblicare sul tuo blog, così da essere ben indicizzato sui motori di ricerca, lavorare ben di personal branding, andando a commentare contenuti specifici, non appena hai tempo, in giro per la Rete. Insomma, creandoti una reputazione cosicché, chi è in giro alla ricerca di qualcuno che sappia il fatto suo, arrivi a te e si innamori di ciò che scrivi pubblicamente.

Se riesci a conquistare il cuore di quella persona, non appena potrà, verrà a cercarti. Verrà a leggere ciò che di nuovo hai prodotto. Sul tuo blog, sui tuoi canali social (nei quali hai ripubblicato la notizia nell’orario che più ti sta comodo) e via dicendo.

Insomma: girare intorno al problema, rivoltarlo, guardare l’altra faccia della medaglia. Non devi essere tu a correre dietro ai tuoi fan, ma fare in modo che siano loro a cercare te, non appena possono, perché hai regalato loro delle belle emozioni in precedenza.

Aggira il problema, sorprendilo. E lo risolverai. Diceva Einstein: follia è fare sempre la stessa cosa e aspettarsi risultati diversi.

Alla prossima e occhio alla penna!

Roberto Tartaglia

Giornalista e scrittore indipendente. Fondatore di www.viverediscrittura.it, il primo sito per imparare a diventare scrittori indipendenti. Il suo sito personale è www.robertotartaglia.com.

Presente anche su Youtube (http://www.youtube.com/rotartaglia), Facebook (https://www.facebook.com/Roberto.P.Tartaglia), Twitter (https://twitter.com/rotartaglia)  e Google+ (https://plus.google.com/u/0/102819774398765592106/posts).

Tags: , , ,

Trackback from your site.

Leave a comment

Pubblica il tuo libro

Scopri come pubblicare e vendere la tua opera nel nostro network. Clicca qui

Visita il nostro store

Acquista i libri che trovi in questo blog. Visita lo Store di Youcanprint Clicca qui