Guide Pratiche Selfpublishing

Self-publishing di qualità: come capire se il tuo libro è scritto bene

qualitaselfpubMolto spesso la critica che viene fatta al self-publishing è dovuta alla mancanza di controllo su quanto viene pubblicato e anche se si potrebbe replicare che i controllori in questo caso sono gli stessi lettori, che non continueranno mai a leggere un libro pessimo e mal editato, in realtà, un autore che si dice indipendente dovrebbe essere in grado di effettuare da solo una prima valutazione su quanto scritto.

Come fare allora a scrivere un libro che sia all’altezza di quelli pubblicati dalle classiche case editrici, che ne rispetti gli stessi standard?

Vediamo i criteri da prendere in considerazione:

Una trama ben strutturata, concettualmente corretta e dal ritmo coinvolgente.
La velocità dell’azione dovrebbe variare, salire e scendere, come le onde in un oceano. Anche la storia più concitata dovrebbe avere ad un certo punto delle battute d’arresto, per creare la giusta suspance, quella tensione drammatica che tiene il lettore incollato al libro, desideroso di scoprire cosa accadrà dopo l’ultima pagina. Inoltre, la trama, dovrebbe essere anche il mezzo per stimolare alla riflessione i lettori, condividendo con loro il tuo punto di vista su un tema, un’idea, una visione personale del mondo.

Personaggi ben sviluppati, che risultino credibili nel modo di esprimersi e di interagire.
Se ti trovi a pensare “lui non lo farebbe mai” o “lei non avrebbe mai parlato in quel modo”, allora, ci potrebbe essere un problema. Certo è una questione abbastanza soggettiva, ma controlla che i personaggi non siano troppo prevedibili, stereotipati e poco interessanti. Soprattutto, accertati che abbiano un qualche sviluppo, un cambiamento che avviene gradualmente nel corso della storia.

Il libro non è eccessivamente prolisso.
Assicurati di non stare dicendo la stessa cosa in modi diversi e che ogni parte del libro contribuisca a far progredire la trama. Per una descrizione sono sufficienti un paio di paragrafi e quando introduci un personaggio, non andare troppo a ritroso nella sua storia, limitati a ciò che è strettamente necessario al racconto.

Una scrittura immediata e coinvolgente.
Ciò significa che, dove possibile, la storia viene mostrata piuttosto che detta e la scrittura è attiva piuttosto che passiva. C’è una sottile differenza tra il mostrare e il raccontare, che però può distinguerti da uno scrittore alle prime armi.

Come capire se un libro non è ben scritto

Si deve leggere una frase o un passaggio più volte per capirne il significato, probabilmente a causa dell’incapacità dell’autore di esprimere le idee in modo chiaro, ai troppi errori di grammatica o ad un uso inappropriato della punteggiatura.

Bisogna tornare indietro tra le pagine per accertarsi di aver capito bene, a causa di una progressione illogica della trama, a un salto poco chiaro del punto di vista di chi racconta, oppure, (rassegnati) c’è un buco gigantesco nella trama.

Mancanza di immedesimazione. L’attenzione si concentra di più sulle parole che sulla storia, sintomo di un’errata sintassi o di un linguaggio inappropriato al contesto del racconto.

La buona scrittura è una scrittura chiara, così come le parole più semplici sono di solito quelle più efficaci; come sintetizzano molto bene gli americani “less in more”.

You may also like
La struttura narrativa e i suoi segreti
Youcanprint porta il tuo ebook in biblioteca
5 Comments
  • […] comunque un libro favoloso. Ciò comporta grande professionalità, significa evitare tutti gli errori che impediscono i lettori di scoprire, desiderare e godersi il tuo libro”. Il contenuto […]

  • […] salve tutte le questioni sulla buona scrittura che si possono sollevare e che abbiamo già avuto modo di approfondire, voglio proporti alcuni […]

  • Dic 6,2013 at 09:32

    Giustissimo, per questo pubblichiamo anche post sul tema del merketing editoriale. Continuate a seguirci!

  • Pino Nobile
    Dic 5,2013 at 21:28

    Puoi aver scritto anche un capolavoro ma essendo un autore esordiente completamente sconosciuto se non acquisti forte visibilità, il che significa spendere molti soldi, non ti leggerà mai nessuno.

  • Ezio Falconieri
    Nov 27,2013 at 18:21

    Sì, sono buoni consigli! anche se vanno integrati da una buona copertina e da una parvenza di lancio pubblicitario.

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage