Guide Pratiche Scrivere

Quando finisce la creatività dello scrittore?

promuoereSi parla di scrittura creativa perché esiste realmente un processo creativo in corso: stiamo inventando una storia, raccontiamo eventi immaginari, facciamo nascere e morire personaggi, scolpiamo scene nella mente dei lettori.

Lo scrittore si fa creatore di un mondo che, anche se realistico, anche se focalizzato sulla porta accanto, è comunque fittizio, plasmato dalla sua fantasia e dalla sua passione.

Ma la parola “fine” dopo l’ultima riga del libro è anche la fine di quel processo creativo? C’è davvero il “riposo del guerriero” o sta forse per iniziare una nuova battaglia?

La fine di un romanzo è l’inizio dell’avventura

Ok, abbiamo scritto un libro. Siamo soddisfatti, perché è stato meraviglioso ed estenuante insieme, ma alla fine ce l’abbiamo fatta: il nostro romanzo è terminato. Sono finite le nostre fatiche?

No, è proprio adesso, invece, che inizia la nostra vera avventura. Quale?

Quella di autori indipendenti, ovviamente.

Io mi sento di suggerire il primo passo che devi compiere appena hai finito di scrivere il tuo romanzo, lo stesso che seguirò anch’io. Sono convinto che rileggerai il tuo manoscritto almeno un mese dopo averlo terminato. Avrai la mente più lucida, meno stanca, ma soprattutto avrai dimenticato, in un certo senso, parole, frasi, il suono stesso della tua scrittura e questo ti permetterà di rileggerlo con un maggior senso critico.

Ma ora veniamo al primo passo da compiere: se vuoi aumentare le probabilità di successo del libro, allora devi affidarti a un editing professionale. È questo che farà di te un vero scrittore indipendente: non dipenderai più da una casa editrice, ma sarai tu l’editore di te stesso.

È proprio adesso che la tua avventura di autore sta iniziando. Grazie all’editing potrai revisionare il tuo manoscritto e migliorarlo. E poi?

Poi devi cominciare a pubblicarlo. Ma prima ti serve un piano di azione editoriale, una serie di passi da compiere per riuscire a confezionare e vendere il tuo romanzo.

La creatività dello scrittore deve continuare anche dopo la pubblicazione

Tutta la tua fantasia, quella che ti rende diverso dagli altri, quella che fa di te appunto uno scrittore, tutta quella fantasia deve continuare a lavorare per te, non più per scrivere il romanzo, ché è già stato scritto, ma per venderlo al pubblico.

Se sei riuscito a scrivere una storia, a mettere in campo personaggi e scenari e azioni, credo che sarai in grado di scrivere anche un altro tipo di storia: quella che si chiama promozione, la promozione del tuo libro, e promuovere non significa dire al mondo intero “leggete il mio romanzo”, ma significa creare una storia attorno al tuo libro. Come?

Hai tutti gli ingredienti: un narratore (tu), un protagonista (il tuo libro), un desiderio da esaudire (essere venduto e letto), gli ostacoli (gli altri libri). Ora resta solo da creare una trama avvincente. Come? Con 4 verbi, che corrispondono ad altrettante azioni.

  1. Incuriosire: la tua promozione deve suscitare curiosità nei lettori. Chiediti: perché dovrebbero essere interessati al mio libro? E prova a dare una risposta valida.
  2. Stimolare: il pubblico deve ricevere uno stimolo a leggerti. Anzi, a credere in te e questo è l’obiettivo a cui devi puntare. Li hai incuriositi, sanno che esisti, ma devono aprire la scheda libro, adesso. Devono compiere un’azione.
  3. Convincere: la promozione, in fondo, si basa tutta su questo verbo. Devi convincere degli sconosciuti a leggere il tuo libro. Ecco perché ho parlato di scrivere un altro tipo di storia: indirizza la tua creatività sul verbo convincere.
  4. Mantenere: adesso che hanno letto il tuo libro non puoi lasciarli andar via. Devi continuare ad avere lettori. Devi scrivere ancora, devi parlare ancora del tuo libro, devi farti conoscere.
Cosa stai facendo dopo la pubblicazione del tuo libro?

Stai usando la tua creatività per promuoverlo? Stai creando una storia attorno a quel libro? Come ti stai muovendo?

Daniele Imperi
Mi occupo di scrittura in tutte le salse. Leggo e scrivo per lavoro e per diletto. Per ora ho due blog in cui tratto tutti gli aspetti della scrittura e dell'editoria.
You may also like
La creazione dei personaggi: i segreti
5 passi per progettare un racconto breve

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage