Pubblicare

Pubblicare un libro cartaceo: una serie di fortunati eventi

cinque consigli per creare post interessanti sui social networkQual è la cosa più importante per avere successo con il proprio libro? Si possono dare risposte diverse ma l’unica vera è: vendere copie.

Per un libro cartaceo, essere presente nelle vetrine delle librerie è sicuramente il primo passo, contattare le entità del proprio territorio e iniziare a far conoscere il proprio nome è il secondo ma il terzo passo, forse quello più importante, è vendere direttamente il proprio libro.

E il modo migliore per vendere il proprio libro è non vendere il proprio libro.

No, non sono impazzita. Facciamo un esempio: mettiamo che ci incontriamo per caso in un bar e io ti dica “Sai, ho scritto un libro, perché non lo compri?” tu cosa risponderesti? Con tutta probabilità: “perché dovrei?”

Questo è esattamente il punto. Non devi vendere il tuo libro, devi dare ai tuoi futuri lettori un motivo per comprarlo.

Come mostrare il motivo per comprare il tuo libro?

Sicuramente, puoi raccontarlo loro tramite il web: sito internet, pagine social, ecc.

Quando si tratta di un libro cartaceo, però, è fondamentale che i tuoi lettori possano tenerlo tra le mani, vederlo, sfogliarlo. Insomma, innamorarsi dell’oggetto prima di tutto.

In secondo luogo, è importante che il lettore possa acquistare direttamente dalle tue mani: mostrarsi, parlare di sé e del proprio libro instaura un legame emozionale con i lettori e stimola la loro naturale curiosità.

Fatte queste premesse e stabilito un contatto con i tuoi lettori puoi finalmente occuparti di mostrare cosa il tuo libro può fare per loro:

  • Nel caso della saggistica questo significa illustrare cosa i tuoi lettori potranno imparare o migliorare, se leggeranno il tuo titolo

  • Nel caso della narrativa invece si tratterà di dare un esempio dell’intrattenimento che potranno trarre dal tuo romanzo: puoi cercare di suscitare curiosità, tenerezza, paura o comunque un assaggio delle emozioni contenute nelle tue pagine, perché questo è ciò che un lettore di narrativa cerca.

A questo punto non ti resta che un problema da risolvere: come comunicare tutto questo ai tuoi lettori nel mondo reale?

Fai fruttare le tue nuove conoscenze: organizza eventi

Il modo più tradizionale per entrare in contatto con i tuoi potenziali lettori è organizzare delle presentazioni.

Se hai cominciato a creare il tuo network di conoscenze sul territorio ora dovresti avere una lista di persone, negozi o enti interessati al tuo lavoro: questa lista è la tua miniera d’oro.

Prospetta loro la possibilità di organizzare un evento relativo al tuo libro e verifica la loro disponibilità in questo senso.

Quando avrai accumulato un po’ di risposte stila una lista di tutti quei soggetti che sarebbero entusiasti di organizzare per te o insieme a te un evento di questo tipo e un’altra lista di quei soggetti che sarebbero disposti a collaborare ma per cui sarebbe necessario un supporto economico. In questo modo potrai avere un quadro realistico, anche in relazione alla tua disponibilità finanziaria, di quali e quanti eventi potrai organizzare.

A questo punto puoi cercare di organizzare un tuo personale calendario di eventi (o tour).

Non solo presentazioni

Anche i grandi nomi della letteratura organizzano presentazioni: viaggiano per tutto il paese e basta il loro nome ad attirare le folle.

Nel tuo caso potrebbe non essere così semplice. Dovrai mettere in atto qualche altra accortezza.

  • Distribuisci gli eventi nel tempo e nello spazio: cerca di dilatare il tuo tour su diverse settimane o mesi. Se nella tua lista sono presenti diversi soggetti operanti nello stesso paese, cerca di far intercorrere più tempo possibile fra due eventi nello stesso luogo.

  • Sii creativo: le presentazioni non sono l’unico evento che puoi organizzare. Dopo una prima presentazione di tipo tradizionale (magari ospitata da un soggetti più istituzionale come una biblioteca) cerca di essere creativo.
    Potresti tenere delle serate di lettura. Oppure potresti organizzare dei giochi: se hai scritto un giallo potresti considerare l’idea di una cena o aperitivo con delitto (ovviamente con personaggi tratti dal tuo libro). Una mia amica che aveva scritto un libro di fiabe, ha organizzato con una messinscena di alcune storie con una compagnia teatrale della zona. Inizia a pensarci, sono sicura che anche tu hai un’idea geniale che attende di essere messa in atto!

  • Distribuisci materiale promozionale: puoi ideare l’evento più divertente e coinvolgente del secolo ma se nessuno sa che ci sarà non potrà essere efficace. Prepara volantini e locandine da distribuire dove terrai l’evento, nei luoghi dove c’è molta gente (all’uscita delle scuole, al mercato…). Contatta il comune e le altre istituzioni, e chiedi di aiutarti nella promozione, potrebbe essere un buco nell’acqua ma tu cerca di ricordare al tuo contatto che un evento culturale porta sempre lustro.

  • Prepara dei gadget: è importante che chi viene a partecipare al tuo evento torni a casa con qualcosa che gli ricordi di te e del tuo libro, anche se magari non ha ancora preso la decisione di acquistarlo. Se continuerà a vedere il tuo nome o la tua copertina per casa alla fine potrà essere vinto dalla curiosità.

Ci sono molti gadget che puoi preparare per rendere più efficace nel tempo il tuo evento e che possono costituire quel “qualcosa in più” che convince il potenziale lettore ad acquistare il libro, ma di questo parleremo nel prossimo (e ultimo) appuntamento.

You may also like
Pubblicare un libro cartaceo: come lanciarlo in grande stile
Self-publishing: Pubblicare in ebook o in cartaceo?

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage