Eventi

Preparare un manoscritto per il formato audio – 2a parte: come dare voce ai personaggi

audio book isolated icon vector illustration designQuando si scrive un libro è importante che la storia risulti credibile agli occhi dei lettori, e i personaggi più che mai autentici. Ancora di più quando si crea un audiolibro, è fondamentale che le voci dei personaggi si distinguano, “suonino forte”, uniche ed originali.

Lasciare che siano i personaggi a parlare e non il narratore consente di portare avanti il racconto, senza perdersi in inutili dettagli. Se stai provando a ricreare questo effetto nel tuo audiolibro, ecco alcuni aspetti da considerare.

1. La scelta delle parole

Smetti di pensare ai personaggi come al frutto della tua immaginazione e comincia a pensare a loro come persone, con un passato, sogni, desideri e obiettivi, che ne determinano le azioni e quindi anche il modo di esprimersi. Una donna che è stata senza casa per dieci anni non parlerà nello stesso modo di un ventenne che lavora in una banca, giusto?
Per di più, persone con trascorsi differenti reagiranno in modo diverso a seconda del contesto in cui vengono inseriti. Non si è sempre gentili, disponibili, educati, o viceversa; lasciare che un personaggio reagisca in modo sempre coerente al suo ruolo, non farà che appiattirlo.
Nel determinare la risposta del tuo personaggio agli stimoli, tieni presente cosa vuole ottenere:
sta tentando di impressionare qualcuno?
Invece di chiederti: “Che cosa questo personaggio ha bisogno di dire?” Chiediti: “Che cosa questo personaggio ha bisogno di realizzare?”

2. Il ritmo

Così come nella vita reale, la cadenza e il tono di voce dei personaggi vengono influenzati dal livello di tensione in cui si svolge una scena. Un personaggio sta cercando di esprimersi con il timore di essere interrotto? Oppure, sta rivelando un segreto? Per imprimere un ritmo adeguato al flusso del discorso è importante scegliere con cura la lunghezza delle frasi e la punteggiatura. E in questo caso non sempre valgono le classiche regole dello stile: ad esempio, i punti interrogativi possono indicare un’inflessione nella voce, piuttosto che una domanda; troppe virgole in una frase forse stanno a significare che stai tentando di fare esprimere al personaggio un concetto troppo complicato, che non suonerebbe naturale se pronunciato a voce alta.
Nel dialogo, le frasi frammentate hanno un suono più realistico, e il ritmo è essenziale, specie in presenza di più personaggi che parlano contemporaneamente. Prova a prendere esempio dal mondo reale, ascoltando il modo in cui la gente parla, presta attenzione alla differenza tra uomini e donne, adulti e bambini, al modo in cui tu stesso parli rivolgendoti ad amici e parenti, o in una situazione più formale, cogli la lunghezza delle frasi e l’enfasi con cui vengono pronunciate.

3. Il sottotesto

Quando si scrive un dialogo, il primo impulso di uno scrittore è spesso quello di precisare esattamente cosa c’è nella mente dei personaggi. Ahimè, questo non accade mai nella vita reale, dove è molto di più il non detto. Le persone spesso evitano di rispondere, si interrompono, cambiano argomento, rivelando sulla loro personalità molto più di quanto farebbero a parole.
Digressioni e false piste possono essere utilizzati a vantaggio della propria scrittura, per rivelare atteggiamenti del personaggio e aggiungere verosimiglianza a quello che viene detto.
Pendiamo ad esempio le scene di tensione romantica, in cui i personaggi scambiano delle banali chiacchiere, ma è quello che sta succedendo sotto la superficie che conta veramente.
Il sottotesto aggiunge profondità alla banalità.
Questa, come molte tecniche letterarie, deve essere usata con moderazione Non c’è bisogno di inserire sottotesto in ogni scena, ci saranno momenti della storia in cui ciò che viene narrato è esattamente ciò che succede. Assicurati che ogni dettaglio che aggiungerai serva a rivelare l’intenzione del personaggio e non sia solo una distrazione.

Per approfondire: leggi la prima parte di questo articolo, con 5 consigli utili per preparare il tuo manoscritto per il formato audio.

You may also like
Vi presentiamo “Gestione Elaborati”: il tuo centro di controllo su tutto ciò che accade ad ogni ordine.
Come ottenere un libro dal design professionale

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage