Marketing Pubblicare Selfpublishing

Mi hanno piratato il libro e ora?

Hanno piratato il tuo libro? E ora? Se hai pubblicato (o autopubbicato) un libro è molto probabile che questo sia stato piratato, insomma, che là fuori ci sia il modo di procurarsi la tua opera senza pagare.

Che ci sia un sito – ma anche più di uno – da cui è possibile scaricare il file del tuo romanzo (o saggio, o silloge poetica) senza fatica e senza sborsare un cent. È altrettanto probabile che la cosa ti faccia arrabbiare a morte, soprattutto se l’edizione ebook del tuo libro costa solo 2 euro e 99 o peggio ancora 99 cent.

Sono sicura che la domanda che ti è balzata in testa è: possibile che ci sia qualcuno così tirchio e micragnoso che non sia disposto a spendere quell’inezia? E subito ti sei ripromesso di fare in modo che i file dei tuoi libri venissero tolti. Lo capisco e probabilmente hai ragione, fai bene ad arrabbiarti e fai bene a prendere provvedimenti.

Qui sotto provo a spiegarti perché io, invece, sono contenta che i miei libri abbiano anche un canale sotterraneo, al di là di quello ufficiale degli store on-line. Con uno sguardo concentrato al qui e ora vediamo il danno economico, il fatto che queste copie illegali non contribuiscono alla classifica e che chi si procura queste copie sottobanco non aiuta nemmeno con le recensioni.

Proviamo ora a fare zoom-out e ad avere una visione più ampia e lungimirante, cercando di staccarci un po’ dalla questione di principio, dal fatto che stanno commettendo un reato, un furto ecc. È risaputo che la percentuale di copie piratate è identica a quella delle copie vendute. Non crederai davvero che se ufficialmente hai venduto dieci copie, illegalmente ne stiano circolando diecimila?! Non è così.

Ipotizziamo più realisticamente che per ogni 100 copie vendute, 5 vengano piratate. Quindi se con i tuoi libri guadagni 1.000 euro l’anno, il danno sarà di 50 euro, non mi sembra poi così grave. No?!

Guardiamo ora agli effetti positivi di chi si procura i tuoi libri per vie discutibili: sono comunque lettori che stanno leggendo un tuo libro, che ne parleranno ad altri, che magari inizieranno a seguirti sulle tue pagine social, che – se gli sarai piaciuto – regaleranno la copia cartacea del tuo libro a qualcuno o la acquisteranno per sé (cosa che probabilmente non avrebbero fatto se non avessero avuto la possibilità di leggerti gratis).

Sono persone che al tuo prossimo romanzo potrebbero essere le prime a volerti sostenere, acquistare, consigliare, recensire. Anche un dossier del 2015 sugli effetti della pirateria (e insabbiato dalla Commissione Europea proprio per le conclusioni cui giungeva) arrivava a sostenere che «i download e lo streaming illegale possano favorire la vendita legale di alcuni prodotti, come i giochi».

Insomma, piratano il tuo libro? Potrebbe non essere una brutta cosa come sembra!

You may also like
Promuovere un’opera non-fiction e raggiungere il 3° posto
Come migliorare i tuoi ebook grazie ai link e alle note

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage