Novità Youcanprint Pubblicare

L’autoproduzione di qualità

La decisione di scrivere un libro, il tempo richiesto per realizzare il progetto, la consapevolezza che dopo aver messo la parola «fine» il lavoro non sarà concluso, è una sensazione che accompagna ogni scrittore dal momento in cui siede davanti al computer o al quaderno e incomincia a narrare.

Anzi, si potrebbe dire che l’ultimo passaggio, quello che consentirà di trasformare un testo chiuso in un cassetto, letto e riletto alla ricerca di imperfezioni da correggere, sia il più complesso perché se fino a quel momento trasformare i pensieri in trame è stato frutto di una creatività vissuta in solitudine, a meno che non abbiate scritto un racconto o un romanzo a più mani, ora è necessario uscire dalla «stanza della scrittura» e affrontare il giudizio del lettore.

Se ci si affiderà alla decisione di una casa editrice, sarà il caso di individuare una poltrona comoda e, armati di pazienza, attendere… se si deciderà invece, di essere fino in fondo produttori del proprio libro, il lavoro da fare è altro. Il primo passo da compiere è chiarirsi su che tipo di libro si vuole pubblicare: cartaceo o e-book? Il passo successivo è individuare la piattaforma di autopubblicazione capace di garantire quei passaggi essenziali a trasformare un manoscritto in un libro di qualità. Cercate chi, tra i suoi servizi, vi dà la possibilità di richiedere un preventivo, chi è disposto a stampare il numero di copie che voi riterrete utile fare, chi può offrirvi un lavoro di correzione bozze ed editing (essenziale perché i refusi sono la persecuzione di ogni scrittore), chi sia disponibile a lavorare con voi sulla scelta di copertina, sulle immagini usate, sul formato del testo, sulla stesura di quelle parti che anticipano il testo e che possono fare la differenza nella scelta di un libro rispetto a un altro (la quarta di copertina).

Informatevi e ragionate sulla promozione del libro: la piattaforma di autopubblicazione scelta è in grado di pubblicizzarlo su tutto il territorio nazionale ed eventualmente tradurlo per altri mercati?

Esaminate a valutate quali saranno gli strumenti usati (pubblicitari) affinché il lettore possa conoscervi e leggervi.

Ogni autore ama ciò che ha scritto ma questo non significa che abbia scritto qualcosa da amare. Essere in grado di accettare un giudizio esterno (se avrete fatto leggere il testo a parenti e amici questi avranno sicuramente detto che siete un genio incompreso della letteratura) è importante. Prima di essere pubblicato il libro andrebbe «esaminato» da qualcuno in grado di evidenziare incongruenze o fratture narrative. Affidarsi a quella valutazione significa aver individuato il modo migliore per autopubblicare e quindi autopubblicarsi.

You may also like
Il Self-publishing è qui per rimanere. E tu?
Youcanprint sbarca su 10 nuovi canali (cartacei e digitali)!

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage