Guide Pratiche

La punteggiatura usi e costumi. Come usare la barra obliqua /

Eccoci di nuovo qui, speriamo di aver catturato la vostra attenzione con i nostri appuntamenti settimanali. Oggi parleremo di un argomento che va al di là della stampa e dei consigli tecnici sul vostro libro. L’argomento affrontato oggi, sarà quello dell’uso della punteggiatura per la vostra pubblicazione.

La punteggiatura è un sistema di segni , detti “di punteggiatura” o “di interpunzione”, usati per iniziare, terminare o separare frasi, parti di frasi o parole. Serve a chiarire il significato di determinate parole o intere frasi per facilitare la comprensione del testo.

La verità sta nel mezzo! Usare molti segni di punteggiatura significa spezzare il testo e creare ancora più confusione al lettore, mentre usarne pochi significa non dare giusto spazio e tempo alle parole o frasi che siano.

Ecco quali sono:

Con questo primo articolo iniziamo con la barra obliqua / , vi descriveremo gli usi più comuni di questa punteggiatura. Cercheremo di farlo graficamente e alla fine di questo “mini corso” vi regaleremo un ebook e faremo anche una pubblicazione cartacea. Quindi tenevi ben stretto questo appuntamento.. Pronti? Iniziamo:

  1. Viene usata per indicare rapporti o grandezze frazionarie. Esempio 2/3
  2. Molto spesso sostituisce le locuzioni come 24 su 24 trasformandole in 24/24 o come 24 ore al giorno per settimana. 24/7
  3. Può indicare anche l’alternanza o disgiunzione, per esempio e/o
  4. Viene utilizzata come separatore nelle sequenze di cifre, un esempio Decreto legge 689/81
  5. Sempre come separatore in una data 15/05/1986
  6. Nel linguaggio informatico la barra obliqua o sbarra obliqua divide le directory di un link, ecco un esempio: https://www.youcanprint.it/tua-casa-editrice/personale/selfpublishing-servizi-editoriali.html

Ecco i sei esempi di come deve essere usata la barra obliqua, se vi vengono in mente altri usi scriveteci un commento e saremo ben lieti di ampliare questo articolo.

Come sempre, Buon Self-Publishing a tutti!

You may also like
Self-publishing: quando arriva il vero successo per uno scrittore?
Self publishing: 2 esempi di chi ce l’ha fatta. Cosa possiamo imparare da loro?
1 Comment
  • Agato
    Set 1,2017 at 08:18

    Può indicare la suddivisione dei versi in una poesia.
    Soluzione disgustosa e inutile, dato che esiste il capoverso.
    Avete fatto bene a non citarla, io lo faccio con l’intenzione di demolirla.
    Laddove mancasse spazio lungo senso verticale può risultare ancora utile (resta esteticamente miserabile).

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage