Pubblicare

Il Pubblico Dominio. Regole ed accorgimenti utili per la pubblicazione

PD-icon.svgAbbiamo assistito nel corso del 2016 alla “riscoperta” de “Il Piccolo Principe” di Antoine de Saint-Exupéry (1900 – 1944), entrato in pubblico dominio nel 2015 ed oggetto di innumerevoli pubblicazioni e anche di un film uscito nelle sale italiane lo scorso 1 Gennaio. Più di recente il “Diario” di Anna Frank (1929 – 1945) è stato oggetto di una disputa sui diritti d’autore tra due francesi che lo hanno ripubblicato, perché ritenuto di pubblico dominio, e l’Anne Frank Fonds che sostiene di detenerne ancora i diritti. Ma allora cos’è il “Pubblico Dominio”?

Definizione

Un’opera dell’ingegno si dice di pubblico dominio quando non è più oggetto di protezione del diritto d’autore. L’opera diventa, quindi, liberamente accessibile e tutti la possono utilizzare, modificare e riprodurre senza la necessità di deroghe o autorizzazioni o violazioni del diritto d’autore. L’opera diventa proprietà di tutti, non più del singolo autore o editore.

Pubblico dominio nell’Unione Europea

In Italia e nel resto dell’Unione Europea, vige la direttiva 2006/116/EC, versione aggiornata di una direttiva più vecchia del 1993, in cui si stabilisce che i diritti dell’autore su di una propria opera sono in vigore durante l’intera vita dell’autore e fino a 70 anni interi dopo la sua morte. In caso di opere con più autori o i cui diritti sono condivisi da più persone, i diritti d’autore termineranno dopo 70 anni interi dalla morte dell’ultimo autore sopravvissuto agli altri.

Posso pubblicare quindi opere di Pubblico Dominio?

La risposta è si, ma occorre avere alcuni accorgimenti:

  1. Dato che le leggi sul pubblico dominio non sono uguali in tutti i Paesi del mondo, occorrerà assicurarsi che l’opera che si intende ripubblicare sia di pubblico dominio nel Paese in cui la si va a ripubblicare.
  2. Nel caso di una traduzione i diritti sono sia dell’autore che del traduttore, quindi l’opera entra in pubblico dominio dopo 70 anni dalla morte dell’ultimo sopravvissuto dei due.
  3. Controllare sempre le politiche dei vari store riguardo il pubblico dominio. Google Play, per esempio, non li accetta.

Qualche consiglio?

Innanzitutto cerca di differenziare. I testi delle opere di pubblico dominio sono liberamente rintracciabili su internet, per esempio su Wikisource, ma arricchirli di illustrazioni o creare un proprio file ed una copertina personalizzata per la pubblicazione, li renderebbe unici. Spesso i testi delle opere di pubblico dominio sono scaricabili senza formattazioni particolari, quindi è utile impaginarli come un nuovo testo. Ciò la renderebbe ancora di più una tua creazione, una nuova veste per rilanciare l’opera.

Di prossimo ingresso nel pubblico dominio in Europa

Il più famoso sarà Herbert George Wells (1866 – 1946) autore de “La guerra dei mondi”, “L’uomo invisibile” e “La macchina del tempo”. H.G. Wells è già di pubblico dominio negli Stati Uniti e in Canada ed entrerà nel pubblico dominio in europa il 1 Gennaio 2017.

Allontanandoci dalla letteratura è sicuramente importante ricordare John Maynard Keynes, considerato il più influente economista del secolo scorso. Le teorie keynesiane sono state alla base di gran parte delle politiche economiche di molti stati occidentali e hanno creato le basi della moderna macroeconomia. Anche lui in pubblico dominio dal 1 Gennaio 2017

Come posso pubblicare?

Anche in questo caso la risposta è semplice. Youcanprint ti permetterà di pubblicare anche le opere di pubblico dominio. Entra in Youcanprint ed inizia a pubblicare oppure contattaci per avere tutte le informazioni e le istruzioni che ti servono!

You may also like
Self-publishing: quanto costa auto-pubblicare un libro in America
Che differenza c’è tra stampa e pubblicazione?
2 Comments
  • Massimo
    Mag 27,2017 at 17:47

    Buonasera, sono un appassionato di grafica,in particolare modo di grafica del periodo Vittoriano. I siti di riferimento che rilasciano le immagini, le rilasciano a rischio e pericolo del fruitore. Solo la Dover edizioni e la Peppin press olandese danno la possibilitá di usufruire delle immagini a patto che non si usi più di 10 immagini per volume acquistati. Spero che possiate darmi delle informazioni in merito per non incorrere a violazioni di copyright. Distinti saluti
    Massimo

    • boresrl
      Mag 28,2017 at 18:52

      Ciao Massimo, se il proprietario dei diritti è deceduto da oltre 75 anni puoi utilizzare tranquillamente l’immagine. In caso contrario ti chiediamo di contattare il fornitore dell’immagine chiedendo un’autorizzazione scritta per poter utilizzare l’immagine.

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage