Eventi

Dall’audiolibro agli Oscar: The Martian case history

maxresdefaultTutti conoscono la storia di The Martian (L’uomo di Marte) il libro autopubblicato da Andy Weir, sul quale è stato basato un film vincitore del Golden Globe e candidato ai premi Oscar 2016. Forse, non tutti sanno che il vero successo per Weir è arrivato con la versione audio del suo romanzo di fantascienza.

Nel 2011, dopo una lunga ricerca di un agente, lo scrittore rinuncia al sogno della grande editoria e, avendo già un piccolo seguito come artista di webcomics, decide di pubblicare la storia a puntante sul suo sito personale. Con le prime richieste da parte dei lettori di sfogliare il romanzo per intero su ereader, arriva anche la distribuzione tramite Amazon Kindle.

Gli eventi che si sono susseguiti, dalla scalata alle classifiche di vendita, fino alla firma del contratto per un film, di certo Weir non se li aspettava, anche perché la genesi di The Martian è stata insolita rispetto al percorso che normalmente compie un libro per essere pubblicato.

Infatti, la prima offerta non è arrivata da una casa editrice o da una casa cinematografica, ma da una piccola azienda canadese che produce audiolibri.

Gli amministratori della Podium Publishing, dopo aver trovato il libro su Amazon, hanno constatato che il modo in cui era scritto, sarebbe stato l’ideale per un audiobook, poiché il protagonista della storia, Mark Watney, effettivamente registra ciò che gli accade durante la permanenza su Marte.

L’azienda acquista i diritti audio e arruola per la registrazione RC Bray, un popolare narratore di audiolibri. In poco tempo il prodotto è diventato un top-seller, con più 100.000 recensioni, nonché vincitore del premio Audie 2015.

Parte del successo di The Martian, secondo il Guardian, è dovuto alla tempistica, infatti il mercato degli audiolibri è davvero esploso negli ultimi anni grazie alla facilità di acquisto e al digitale, anche se dalla Podium Publishing sostengono che le speranze e i sogni infranti di Weir hanno giocato un ruolo altrettanto importante: “l’esperienza gli ha fatto pensare in modo diverso alla sua scrittura e a come diffonderla”.

Questa storia sembra davvero il racconto di un marziano perché finora è stato molto raro vedere un audiolibro autopubblicato scalare le classifiche su Audible di Amazon, ma potrebbe aver aperto la strada a molti altri che seguiranno.

You may also like
L’importanza di scegliere un servizio professionale per creare un audiolibro: il caso “Harry Potter”
Alessandro Tortorici e la sua esperienza con Page, il nuovo editor di Youcanprint
2 Comments
  • Apr 18,2016 at 15:15

    … Beh, meno male..! Sarebbe stato un peccato, altrimenti, perchè oltretutto il libro è veramente molto bello.

  • Sebastiano Rizzo
    Apr 14,2016 at 12:39

    Molto interessante, ma succede negli Stati Uniti.

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage