Author Archives: robertotartaglia

Guide Pratiche Marketing Selfpublishing

Selfpublishing: libri e fisco

Selfpublishing e diritto d'autore per i libriI Diritti d’Autore, questi sconosciuti. Quante volte ci siamo chiesti come vanno gestiti? Quante volte ci siamo posti il problema di come tutelarli?

Io ho voluto approfondire la questione intervistando un esperto del settore, il Dottore Commercialista Luca Taglialatela, e trasformare questa intervista in una guida che invio gratuitamente agli iscritti alla mia newsletter.

Ecco alcuni dei punti salienti.

Prima di tutto va chiarito che la SIAE, a differenza dei miti metropolitani, non è affatto l’unica soluzione per tutelare i tuoi diritti. Anzi, non serve a nulla, a ben vedere.

Read More
Guide Pratiche Marketing Selfpublishing

Le 5 tecniche di persuasione nascoste nel personal branding + 1

personalbrandC’è uno psicologo americano, di nome Robert Cialdini, che ha individuato, nel corso degli anni, 6 tecniche di persuasione utilizzate da politici, mass media e pubblicitari in ogni parte del mondo.

Queste strategie, come ovvio, possono essere utilizzate per diversi scopi, più o meno condivisibili. Ma, proprio per questo, posso essere utilizzate anche in modo onesto per mostrare la propria professionalità e catturare l’attenzione del pubblico.

E, difatti, sono tutte nascoste all’interno di un sano, onesto e ben fatto lavoro di personal branding. Non lo sapevi? È giunto il momento di scoprire questo lato nascosto del personal branding, allora!

Read More
Guide Pratiche Marketing Selfpublishing

Selfpublishing: come creare un piano di marketing

consigli per vendere il proprio libroCreare un piano di marketing, per me, vuol dire aver già scritto per bene il proprio libro ed essere passati alla “fase 2”. Vuol dire aver già scelto a chi rivolgersi e aver individuato il proprio pubblico di riferimento.

Perché preciso questo? Perché molti credono che preparare un piano di marketing voglia dire partire dall’individuazione di quello che, nel marketing vecchia maniera, veniva definito “target di riferimento” a seguito dell’ultimazione del libro.

Nella scrittura, per quanto mi riguarda, non è così. La scelta del proprio pubblico di riferimento, della propria tribù di lettori e fan va fatta a monte. I dettagli li illustro tutti nella guida che invio tramite la newsletter gratuita, qui non mi dilungherò oltremodo.

Dirò solamente che scrivere un libro solo per il proprio piacere, senza aver idea di che pubblico ci sia lì fuori, potrebbe voler dire fare flop. Bisogna lavorare bene per far combaciare le proprie passioni con la domanda del pubblico.

Read More
1 2 3 15