Guide Pratiche

#abcBook – 02 – La copertina

Eccoci nuovamente con un altro appuntamento dedicato al nostro amato libro. Oggi parleremo dell’abito che fa il monaco! Parleremo della prima impressione, quello che dovrebbe essere il primo sguardo… l’ammiriamo per i colori sgargianti o per la sua carta: la copertina.

Iniziamo con un po’ di storia che non fa mai male. Quella che oggi chiamiamo copertina in realtà fino alla metà dell’Ottocento aveva tutt’altro nome. Il termine utilizzato era Coperta e la sua funzione era tutt’altro che di abbellimento. La Coperta, nome usato dai nostri preistorici tipografi, aveva come scopo principale quello di proteggere il libro. Ebbene sì! I nostri bis-tris-nonni amavano badare più al contenuto che alla bella “coperta”. Breve lezione di storia terminata.

Partiamo subito con una bella illustrazione degli elementi della copertina:

Va bene, va bene non è la più bella copertina che avete mai visto ma ci tornerà utile per spiegarvi quali sono gli elementi fondamentali. Magari la prossima volta che ci confronteremo via chat, mail o per telefono parleremo la stessa lingua.

La distinzione tra prima, quarta e dorso l’abbiamo già affrontata nel nostro articolo iniziale, ve lo ricordate? No? L’articolo si chiamava Anatomia del libro. Ora in questo articolo parleremo degli elementi grafici che la contraddistinguono.

Gli elementi principali della prima di copertina (o piatto anteriore) sono i seguenti:

  • nome dell’autore o degli autori o pseudonimo dell’autore;
  • titolo del libro;
  • sottotitolo [non obbligatorio];
  • curatore [non obbligatorio];
  • illustrazione [non obbligatorio];
  • editore;
  • titolo di collana se il volume appartiene a una collana;
  • richiami e coccarde [non obbligatorio].

Nome dell’autore

Precede generalmente il titolo, deve essere di grandezza minore del titolo. Se gli Autori sono più di 3 generalmente si scrive A.A.V.V. (sta per Autori vari)

Titolo del libro

Il titolo del libro, deve avere carattere più marcato rispetto al nome dell’autore. Può essere anche disposto su più righe, l’importante, anche se può sembrare banale dirlo, non deve essere sillabato.

Editore

Il nome editore o il suo marchio è uno degli elementi indispensabili da collocare in copertina.

Tutti gli altri elementi sopraelencati non sono indispensabili, ma possono essere inseriti sempre in prima di copertina. Ora passiamo alla quarta di copertina, il retro. Ecco gli elementi indispensabili:

  • sinossi [non obbligatorio];
  • recensione [non obbligatorio];
  • nota bio-bibliografica sull’autore o sul curatore [non obbligatorio];
  • didascalia [non obbligatorio];
  • prezzo;
  • codice ISBN.

Sinossi

Ogni opera quando viene pubblicata viene accompagnata da una descrizione (sinossi) che ne illustra il contenuto e permette ai lettori di conoscere il profilo dell’opera, la trama e di conseguenza decidere se acquistarla. Ci sono delle regole da rispettare, che sono imposte dall’organo ISBN, l’agenzia nazionale che si occupa delle informazioni editoriali delle pubblicazioni in Italia: le illustriamo qui: Regole Editoriali Sinossi

Recensione

La recensione, non obbligatoria, dovrebbe riportare giudizi sulla pubblicazione apparsi su giornali, riviste o siti specializzati, molto più significativa se porta la firma di uomini di cultura o del giornalismo.

Nota Bio-bibliografica

E’ la vostra parte preferita ma non esagerate, la vostra storia è interessante, ma deve essere di contorno al vostro libro non occupare la parte principale della quarta di copertina.

Didascalia

Solitamente la didascalia riporta i riferimenti dell’illustrazione dell’immagine di copertina, questa informazione è riportata anche nel colophon all’interno del volume

Prezzo, Codice ISBN ed Editore

Questi tre elementi sono riportati in basso alla quarta di copertina. Ci sono regole nelle dimensioni del codice ISBN che non vi stiamo a spiegare, ma se vorrete approfondire dovrete attendere qualche altro articolo.. Per il prezzo invece deve essere riportato esclusivamente con l’iva inclusa. Qualora il libro non è destinato alla vendita, andrebbe riportata la dicitura: “Edizione fuori commercio”.

Anche per oggi, il nostro breve viaggio nel mondo dell’editoria si è concluso. Vi aspettiamo Venerdì prossimo. Condividete il sapere che non fa mai male! Ovviamente se avete domande o dubbi, siamo sempre qui a vostra disposizione.

Buon Self-Publishing a tutti!

You may also like
7 cose da sapere prima scrivere
I libri di carta non spariranno, ecco perché devi pubblicare un ebook
2 Comments
  • ignazio Schettini
    Ago 15,2017 at 06:37

    Salve,
    interessante tutto e difatti avrei una domanda. Trattasi di un edizione che sarà ceduta nell’ambito di rapporti associativi (per cui senza ISBN e senza prezzo) e come dite voi “andrebbe riportata la dicitura fuori commercio”. Il libro con queste caratteristiche è sempre protetto da copyright?
    Grazie

    • boresrl
      Ago 16,2017 at 07:01

      Ciao Ignazio e grazie del commento. Puoi illustrarci in maniera più amplia l’esigenza per poterti dare una risposta corretta?

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage